Armando Grassitelli

armando libro 01napoletano (classe 1973), avvocato, attualmente si occupa di Amministrazioni Condominiali; Co fondatore dell’Associazione Culturale “Guapanapoli”, dal 1999 al 2018 è stato Responsabile di Arci Servizio Civile Napoli. Sposato con Marta, ha due figlie, Giorgia e Silvia. 
A dicembre 2018 ha vinto il Premio Massimo Troisi per la miglior scrittura comica inedita, con il racconto “Una famiglia con la emme maiuscola”.
Nel 2016 ha autopubblicato “LA FORMA IMPERFETTA”, il suo libro di esordio, che è giunto alla sua quarta ristampa, raggiungendo vendite rilevanti anche per il mercato dell’editoria tradizionale e ricevendo recensioni lusinghiere.
A novembre 2017 ha pubblicato, sempre in selfpublishing, il racconto lungo “Dagli undici metri”, il cui ricavato è andato all’Associazione SpecialmenteNoi.
Nel 2018 ha pubblicato: “La bambina dai capelli neri neri”, LFA Publisher editore; e “Come le storie che cominciano”, insieme a Christian Capriello, Editore La Bottega delle parole, giunto alla seconda ristampa.
Entrambi i libri hanno ricevuto lusinghiere recensioni da “Il Mattino”, “Il Roma” e altre testate.
I racconti brevi “Claudio Moretti” e “Dagli undici metri” in una edizione ridotta sono stati pubblicati nelle antologie “Scrittori campani” della Historica Edizioni, edizione 2017 e 2018.
Il racconto breve “Il mistero del mancino” è tra i vincitori del concorso “Gesti noir”, organizzato dagli Internazionali d’Italia BNL di Tennis 2018.
In occasione della fiera “Un vulcano di libri” presenterà “Racconti con la emme maiuscola”, Diogene Edizioni.

 

 

 

 

 

 

bambina capelli neriUna fiaba sospesa nello spazio ; un nonno scrive una lettera alla sua nipotina, raccontandole la storia della bambina con i capelli neri neri.
Una bambina speciale, dotata di capacità magiche: ha imparato a volare, e accompagna nell’aria tutte le persone che hanno voglia di liberarsi delle convenzioni e di raccontare o cantare le loro storie.
Bambini ,anziani, persone ricche e sconosciuti impiegati: un intero universo ricco di sentimenti, di parole urlate o appena sussurrate, di filastrocche mai raccontate a nessuno o di canzoni chiuse per anni nel cassetto della fantasia e aperte grazie al cuore e all’affetto di una bambina, piccola di età ma gigantesca nell’amore in grado di riversare.
Nel corso dei viaggi della bambina e dei suoi amici incombe un grave pericolo: il malefico vento del Rond, che spezza la magia che ha unito le persone.
Servirà qualcosa, o qualcuno, a far tornare l’armonia e l’amore.
Una favola che si può leggere a letto con i propri figli, che siano bambini o ragazzi.

 

 

 

 

 

storie copertina luca carnevale Il romanzo di Christian Capriello e Armando Grassitelli “Come le storie che cominciano”, scritto a quattro mani con una realistica ironia, narra la vicenda di due coppie di giovani napoletani che scoprono lo stesso giorno di aspettare un bambino, avendo ognuno una reazione diversa alla lieta notizia. 

Nel corso della gravidanza, ai futuri genitori si uniranno tanti bizzarri personaggi che, intorno a un evento tanto dirompente quanto ordinario come la nascita di un figlio, vedranno i propri equilibri mutare giorno dopo giorno.

Attraverso le pagine del libro, il lettore seguirà il percorso di Alessia e Andrea, Francesca e Marco nella loro nuova dimensione prima di futuri e poi di neo genitori, il tutto sul palcoscenico della Napoli dei giorni nostri.
A fare da filo conduttore è la Vita stessa, nelle sue varie declinazioni e attraverso le passioni e il quotidiano (la musica, il lavoro, il tifo per il Napoli) dei tanti singolari personaggi che dimorano tra le pagine, tutti protagonisti che raccontano i fatti dalla propria angolazione, con storie narrate in prima persona, in un continuo rimbalzo, e ogni volta con una voce diversa e uno stile differente.
La prefazione è stata affidata a Pino Imperatore.
L’immagine della copertina e le illustrazioni interne sono di Luca Carnevale.

Visite: 208

Add comment

Security code Refresh